Skip to main content
Una fase della gara d'andata

Vittoria sofferta in Puglia, settimo sigillo consecutivo per la Pallacanestro Trieste

10 Dicembre 2023
di vicedirettore

Non tragga in inganno il risultato finale, è stata un’autentica sofferenza per Trieste questa trasferta in terra pugliese. Discreta prestazione nel primo quarto, molto male nel secondo con Nardò avanti di 4/5 punti, migliore nel secondo tempo approfittando forse della stanchezza dei padroni di casa reduci da due tempi supplementari mercoledi contro Forlì che poi hanno allentato le maglie difensive. Per Nardò mezza squadra la fanno i due stranieri, Smith e Stewart, per il resto poca tecnica negli italiani con Iannuzzi un gradino sopra gli altri. Per l’ex Baldasso zero punti in nove minuti di campo. Trieste in difficoltà, si diceva, nei primi 20’ con sette palle perse e 4/15 da oltre l’arco. Alla fine è andata bene ma c’è molto da riflettere su alcune fasi di gioco negative. Tre minuti e poco più per Ferrero con due bombe tentate (sbagliate) che evidentemente non gode molto della fiducia del tecnico, decisamente meno brillante da come la società si aspettava ad inizio stagione. Tre minuti anche per Bossi mentre Filloy spara a salve (0/4 da tre). La settima vittoria consecutiva serve a rimanere là in alto, con una partita in meno al secondo posto della classifica. E nel prossimo turno al PalaTrieste arriverà Cento, c’è da vendicare la sconfitta del girone d’andata.

Il primo quarto parte con quattro punti di Brooks e due di Reyes per l’iniziale 0-6. Di Iannuzzi il primo canestro locale: 2-6. Reyes da tre: 2-9. Tripla anche per Brooks: 8-12. Nardò segue a ruota. Un canestro di Vildera e un libero a segno valgono il 14-17 con cui si va al primo riposo.

Ad inizio secondo quarto sbaglia Candussi, segna Stewart: 16-17. Iannuzzi con un 2+1 regala il vantaggio ai pugliesi: 21-20. Campogrande da oltre l’arco: 21-23. Due liberi a bersaglio di Smith: 23-23. Ruzzier in entrata a bersaglio e fallo: 25-26. Ferrara da solo sotto: 27-26. Parravicini dà il più tre ai locali, Stewart il più cinque. Campogrande e Reyes entrambi uno su due in lunetta: 31-28. Reyes da tre: 31-31. Stewart da due e da tre Stewart: 36-31. Ferrero sbaglia la bomba, fallo su Campogrande: uno su due ai liberi per il 36-32. Squadre all’intervallo lungo sul 37-33.

Sin qui per Nardò 1/8 da tre, per Trieste 4/15. Due rimbalzi in più per i leccesi che tirano meglio e di più degli alabardati.

Trieste esce dagli spogliatoi più convinta, Reyes da tre e un canestro di Ruzzier valgono il 42-42. Nardò resta avanti sino al 48-46 poi due centri di Vildera e uno di Campogrande valgono il 48-52. Ancora Vildera a bersaglio, il 2+1 vale il 49-55. Sulla sirena La Torre infila la tripla del 52-55 con cui si va all’ultimo riposo.

Il quarto quarto si apre con il tiro da tre di Campogrande. Reyes allo stesso modo firma il 56-63. Nardò però non molla, Parravicini da oltre l’arco per il 64-66. Vildera e poi Campogrande da oltre l’arco danno una spallata importante: 64-71. Ruzzier regala il 68-75. Parravicini da tre: 71-75. Nel finale Trieste è più fredda, Ruzzier e Candussi danno il 75-82. Un libero di Ruzzier sancisce il più otto finale. Ma non è stata per niente facile.

Il tabellino.

HDL NARDO’ BASKET            75

PALLACANESTRO TRIESTE    83

(14-17; 23-16; 15-22; 23-28)

NARDO’: Parravicini 10, Smith 21, Iannuzzi 10, Ferrara 6, Baldasso, Stewart 19, Maspero 2, La Torre 5, Barbone, Scarano, Donda 2, Borra. All. Di Carlo.

TRIESTE: Bossi, Filloy, Reyes 23, Deangeli, Ruzzier 14, Campogrande 16, Candussi 10, Vildera 13, Ferrero, Brooks 7. All. Christian.

Note.

Tiri da 2: Nardò 22/45, Trieste 21/42

Tiri da 3: Nardò 6/21, Trieste 9/32

Tiri liberi: Nardò 13/15, Trieste 14/22

Rimbalzi: Nardò 43, Trieste 44