Skip to main content

Clamorosa sconfitta della Pallacanestro Trieste che contro Roma spreca venti punti di vantaggio

10 Febbraio 2024
di vicedirettore

E' crisi nera in casa Pallacanestro Trieste. Contro una squadra di caratura inferiore, davanti al proprio pubblico, i ragazzi di Jamion Christian steccano ancora. Arriva una sconfitta decisamente inaspettata, soprattutto dopo aver visto i primi 25’ da gara quando il vantaggio era arrivato a venti punti (61-41 al 23’) mostrando una pallacanestro logica con i tiri da tre centellinati all'occorrenza. 

Una sfida che ricorda quella della quarta giornata del campionato in casa di Cento quando Trieste conobbe la prima sconfitta trovandosi sopra di 17 punti (53-36) all’intervallo lungo. In quella squadra emiliana militava anche Sabin che mise a segno 18 punti. Lo stesso Sabin la Pallacanestro Trieste se lo è trovato di fronte ora contro la Luiss. Stavolta ha segnato 28 punti e la sua squadra ha di nuovo strarimontato credendoci sempre.

A fine gara c’è incredulità in tutto il palazzo. La Curva non l’ha presa bene contenstando a fine partita soprattutto Mike Arcieri e poi coach Christian. Gran lavoro per gli steward che cercano di placare gli animi. Per la società sarà forse un altro incidente di percorso sulla strada dei play-off, laddove bisognerà essere pronti con la testa e con il fisico. Per intanto però i tifosi in palazzo sono sempre meno, la disaffezione aumenta sempre più.

A fine gara in sala stampa sono queste le parole di Jamion Christian: “Siamo incredibilmente dispiaciuti come abbiamo giocato nell’ultimo quarto, non è scusabile per un team che è stato ad alti livelli per tutto l’anno ai rimbalzi essere così dominati in area nei rimbalzi, non stiamo chiedendo a nessuno di fare cose che non possono fare ma tirare 3/17 da tre non è accettabile. Non dovevamo trovarsi in quella situazione negli ultimi 4’. La nostra personalità sta crescendo e dobbiamo imparare ad essere più duri nei momenti difficili”.

 

La sfida si apre con il canestro di Deangeli. Saranno i suoi unici due punti della serata. Il 2-2 è una schiacciata di Miska. Break triestino di 5-0. Il primo quarto scorre via con Trieste sempre avanti, alla sirena finale è più sei.

Nel secondo quarto Trieste allunga, va ben presto in vantaggio in doppia cifra toccando il più 18 sul 44-26. Sembra una passeggiata. Dal 49-30 al 52-35 di metà gara. Un margine che sembra di tutta sicurezza.

 

Inizio di terzo quarto ancora comodo, sembra un allenamento a risultato acquisito. Al 3’ è più 20. Nei restanti 17’ insomma c’è solo da amministrare. Al 5’ è 65-48. Roma rimane ad una quindicina di punti di distacco. Allo scadere della frazione la bomba ospite di D’Argenzio manda le square all’ultimo riposo sil 72-59. E anche qui le preoccupazioni sembrano poche.

 

Nei primi minuti dell’ultimo quarto la Luiss rosicchia qualcosina: 78-71 al 3’. Trieste però tiene: 81-75 con ancora 4’ da giocare. Un minuto dopo è 83-78. Tripla di D’Argenzio: 83-81 quando mancano 120” alla fine. Brooks sbaglia poco dopo la bomba del più cinque che avrebbe forse scritto un altro finale. Ancora D’Argenzio protagonista che infila i due liberi del pareggio all’8’24”. Si sbaglia di qua e di là. Si entra nell’ultimo minuto. Trieste perde palla al 9’29”. A meno 16” Sabin trova da tre il primo vantaggio capitolino dell’incontro: 83-86. Negli ultimi secondi due liberi segnati da Filloy e altrettanti da Miska: 85-88. Con 8” da giocare Brooks subisce fallo, sbaglia però entrambi i liberi. Ruzzier sbaglia da oltre l’arco il tiro della disperazione.

 

Il tabellino.

 

PALLACANESTRO TRIESTE      85
LUISS ROMA                             88

(26-20; 26-15; 18-24; 15-29)

PALLACANESTRO TRIESTE: Obljubech, Bossi 3, Filloy 19, Rolli, Deangeli 2, Ruzzier 11, Camporeale, Campogrande 12, Candussi 14, Vildera 13, Ferrero 5, Brooks 6. All. Christian.

LUISS ROMA: Murri 2, Villa 3, Fallucca 6, Pasqualin 3, D’Argenzio 11, Jovovic 1, Sabin 28, Miska 12, Basso, Cucci 9, Salvioni 13. All. Paccariè.

Note.

Tiri da 2: Trieste 23/40, Roma 16/34

Tiri da 3: Trieste 9/29, Roma 12/36

Tiri liberi: Trieste 12/20, Roma 20/27

Rimbalzi: Trieste 43, Roma 41