Skip to main content

Dilettanti, Sistiana e Costalunga retrocesse. Il Kras va allo spareggio

12 Maggio 2024
di vicedirettore

Domenica di pesanti verdetti nei dilettanti.

Partiamo dal risultato che ha scatenato un effetto domino. In serie D il Cjarlins Muzane non va oltre al pareggio dopo i tempi supplementari sul campo del Breno e dunque retrocede in Eccellenza. Esito amaro per i friulani allenati dal triestino Nicola Princivalli che erano passati in vantaggio nel primo tempo per poi essersi fatti riprendere a poco dal 90’. Questa retrocessione penalizza le altre categorie con promozioni in meno e retrocessioni in più.

In Eccellenza la Pro Gorizia non riesce a battere la Cenerentola Spal Cordovado (0-0) e lascia così al Tamai il piacere di giocarsi i play-off nazionali. In coda per un solo punto il Sistiana retrocede in Promozione, tra la formazione di Godeas e la coppia formata da Maniago e Fiume Veneto ci sono infatti sette punti di distacco, troppi, per giocare i play-out infatti ce ne possono essere al massimo sei. Non serve dunque il 2-1 inflitto al Tolmezzo in rimonta. Lo Zaule Rabuiese perde per 2-0 a Codroipo e giocherà il play-out contro il Tricesimo (3-0 al San Luigi) con cui ha chiuso a pari punti ma in vantaggio negli scontri diretti; gli basterà dunque il pareggio per salvarsi dopo i tempi supplementari. Completano il quadro dei risultati il 3-0 del Rive al Chiarbola Ponziana e il 2-2 tra Juventina e Sanvitese.

La classifica finale: Brian 72; Tamai, Pro Gorizia 64; Codroipo 54; Tolmezzo 52; Sanvitese 49; Rive 48; Azzurra 47; Juventina, Chiarbola Ponziana 45; Pro Fagagna 44; San Luigi 42; Maniago, Fiume Veneto 41; Zaule Rabuiese, Tricesimo 36; Sistiana 34; Spal Cordovado 17.

Nei play-off di Promozione il Kras piega per 2-1 il Lavarian Mortean con la doppietta di Velikonja e ora affronterà in finale il Casarsa (2-1 al Forum Julii). Chi vincerà salirà in Eccellenza.

In Prima categoria era in programma lo spareggio salvezza, tutto triestino. A Santa Croce l’ha spuntata l’Opicina per 2-1 sul Costalunga con i centri di Kaurin e di Podgorsek. Opicina dunque salvo e Costalunga che scende in Seconda categoria.