Skip to main content

Pallacanestro Trieste battuta da Milano, si complica la corsa al quinto posto

14 Aprile 2024
di vicedirettore

La Pallacanestro Trieste perde contro Milano e ora si è messa nei guai. Ad una giornata dal termine della fase ad orologio è ancora quinta ma rischia fortemente perché è raggiunta in classifica da Rimini con cui ha il vantaggio negli scontri diretti ed ha Cividale due punti sotto con cui invece è in negativo negli scontri diretti. Con una vittoria a Rieti tutto si aggiusterebbe ma di vincere uno scontro diretto in trasferta in questa stagione non se ne parla. Almeno sin qui i numeri hano detto ciò. Peccato davvero perché da Verona era arrivata la buona notizia del successo veneto contro Cremona che aveva garantito a Trieste di non poter agguantare la quarta, poco ambita, piazza. Al momento Rieti è terza assieme a Torino nel suo girone, se mantiene la posizione se la vedrà con Trapani, per evitarla deve perdere contro Trieste e sperare in un successo di Torino. Staremo a vedere. Certo è che le assenze stanno pesando notevolmente in casa Pallacanestro Trieste. Vildera e Filloy neanche in lista, Brooks ha giocato 16’ ma sottotono. E non si poteva forse neanche chiedergli di più.

E’ stata una partita che curiosamente ha riservato i primi tre quarti tutti finiti in parità.

La gara si apre con il primo canestro di Potts che arriva da oltre l’arco. Candussi e Ruzzier per il 3-3. Triple ospiti per ancora Potts e Landi. Due libero per lo stesso Aristide ex Trieste: 3-11. In breve gli alabardati recupero, Candussi da tre e e Reyes con un 2+1: 13-11. Gara equilibrata. Bossi a referto: 16-13. Tripla di Montano e poi un libero a segno: 20-22. Anche Ruzzier va in lunetta e non sbaglia entrambi i tiri: 22-22 e primo riposo.

Il secondo quarto inizia con un canestro di Deangeli e poi con il terzo fallo di Candussi. Menalo, Reyes e Bossi: 32-26. Replica Landi da oltre l’arco: 32-29. Milano resta attaccata. Botta e risposta da tre fra Montano e Reyes: 41-40. Bossi regala il più tre ma Severini quasi sulla sirena con una bomba rimette le cose in parità: 43-43. Intervallo lungo.

Ruzzier a segno, risponde Landi da tre: 45-46. Entra Brooks, per lui saranno 8’ di frazione impalpabili. La gara continua equilibratissima. Lupusor per il 47-50. Tripla di Ruzzier: 53-50. Risponde in ugual modo Amato: 53-53. Ancora un botta e risposta da oltr el’arco fra Montano e Bossi: 58-56. Milano torna avanti sul 59-61. Due liberi di Bossi e uno di Reyes mandano le squadre all’ultimo riposo sul 65-65.

Il quarto quarto si apre con la bomba di Deangeli: 68-65. Reyes da tre: 71-68. Tecnico a Ruzzier che chiede in modo veemente un fallo, quarta infrazione per lui. Brooks si sblocca: 73-70. Amato da oltre l’arco: 74-74. Anche Brooks e Ruzzier allo stesso modo: 80-74 a meno 3’42”. L’inerzia sembra per Trieste ma subito dopo lo stesso Ruzzier commette il quinto fallo. E’ l’episodio decisivo. Un libero a segno di potts e poi le triple di Severini e di Amato: 80-81 a meno 1’58”. Trieste ha la forza per tornare subito avanti con due liberi di Brooks: 82-81 a 57” dalla conclusione. Segna Potts, sbaglia Brooks, due liberi di Amato: 82-85 a meno 19”. La gara ormai è segnata. Candussi sbaglia la tripla, forse anche disturbato sul tiro. Liberi di qua e liberi di là. L’ultima preghiera è di Ferrero che a due decimi infila il primo ma sbaglia appositamente il secondo per sperare in un tap-in. Ma è solo una speranza. Finisce con la delusione del palazzo.

Il tabellino.

PALLACANESTRO TRIESTE  84

URANIA MILANO                86

(22-22; 21-21; 22-22; 19-21)

PALLACANESTRO TRIESTE: Bossi 15, Rolli ne, Reyes 15, Deangeli 12, Pieri ne, Ruzzier 18, Camporeale ne, Campogrande, Candussi 6, Ferrero 4, Menalo 6, Brooks 8. All. Christian.
URANIA MILANO: Potts 15, Piunti 2, Amato 11, Lupusor 10, Montano 15, Landi 14, Bonacini 2, Beverly 11, Severini 6, Cavallero ne. All. Villa.

Note.

Tiri da 2: Trieste 20/33, Milano 13/27

Tiri da 3: Trieste 8/28, Milano 13/35

Tiri liberi: Trieste 20/31, Milano 21/31

Rimbalzi: Trieste 41, Milano 34