Skip to main content
Immagine d'archivio

La Pallacanestro Trieste parte forte, corsara a Torino in gara-1 dei play-off

05 Maggio 2024
di vicedirettore

La Pallacanestro Trieste piazza subito il colpo che inverte il fattore campo nella serie dei play-off contro Torino. Contano solo i play-off, si diceva. L’importante è arrivare bene lì, fisicamente e mentalmente. Complice qualche infortunio durante la stagione, ora alcuni biancorossi sembrano più riposati, fattore importantissimo per cercare di vincere nove partite, ora otto, in questi spareggi promozione. Se avrà avuto ragione la Società nel confermare coach Christian, criticato da gran parte della piazza, e a non fare follie in chiave di mercato riparatorio per quel che riguarda i giocatori, lo si scoprirà a breve.

Per intanto però la partenza in questa serie è ottima. Nei play-off non si può barare, ognuno deve dare tutto quello che ha, bisogna pensare a vincere e basta. I giudizi vanno dati per quanto fatto vedere sul parquet e non più su illazioni di eventuali partite giocate per perdere nascondendo così i potenziali aspetti positivi delle squadre.

Trieste al Pala Gianni Asti, con in tribuna Campogrande per la regola dei senior, parte alla grande. Percentuali stratosferiche nei primi 4’: 5/6 da tre e 2/3 da due: 7-19 il parziale. Poi arriva qualche sbaglio, Torino resta lì, bomba quasi sulla sirena di Bossi per il 18-28 del primo riposo.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Pepe e quella di De Vico con in mezzo il canestro di Ghrilanda. Poi ci pensa il triestino Schina a firmare il pareggio: 28-28. Pepe ancora da oltre l’arco: 31-28. Il mortifero parziale di 13-0 si chiude con due liberi di Candussi. La gara adesso è equilibrata, Pepe da tre: 36-34. Trieste torna avanti, bomba di Brooks e poi entrata di Ruzzier: 38-41. Nel finale però Torino trova il guizzo buono: bomba di Thomas e canestro di Poser: 45-41 a metà gara.

Primi minuti di terzo favorevoli ai piemontesi che vanno sul 59-50 (De Vico dai 6,75). Trieste reagisce, due triple di Filloy in breve tempo, la seconda sulla sirena dagli otto metri: 62-64 all’ultimo riposo.

Quasi 4’ senza canestri per la Reale Mutua, per Trieste invece ci sono i punti di Vildera e di Reyes: 62-68. Botta e risposta da tre fra Pepe e Reyes: 65-71. Pepe ancora e poi Thomas: 69-71 a meno 4’35”. Ruzzier e Brooks non falliscono due viaggi in lunetta: 69-75 a meno 3’08”. Torino non molla: 71-75. Ruzzier in entrata a meno 1’55”: 71-77. Si sbaglia di qua e di là. Filloy da lontanissimo mette la bomba della quasi sicurezza a meno 55”: 71-80. Liberi a segno per Poser e per Brooks: 73-81 con il cronometro che è a favore di Trieste: meno 36”. Lo stesso Brooks mette a segno quelli della staffa: 76-83. Ma attenzione, la serie è tutt’altro che chiusa. Torino ha tutte la carte in regola per poter riprendersi la scena.

 

Il tabellino.

 

REALE MUTUA TORINO      76

PALLACANESTRO TRIESTE 83

(18-28; 27-13; 17-23; 14-19)

REALE MUTUA TORINO: Kennedy, Thomas 17, Vencato 11, Ghirlanda 4, Schina 4, Fea ne, Poser 12, Rhao ne, Petruzzi ne, De Vico 14, Cusin, Pepe 14. Allenatore: F. Ciani.

PALLACANESTRO TRIESTE: Bossi 3, Filloy 11, Rolli ne, Reyes 17, Deangeli 2, Ruzzier 8, Candussi 9, Vildera 6, Ferrero, Menalo, Brooks 27. Allenatore: J. Christian. 

Note.

Tiri da 2: Torino 18/30, Trieste 17/31

Tiri da 3: Torino 10/31, Trieste 11/33

Tiri liberi: Torino 10/13, Trieste 16/22

Rimbalzi: Torino 38, Trieste 34