Skip to main content

Pallamano Opicina, battuta la Pallamano Trieste nell'esordio della Adriatic Cup

14 Febbraio 2013
di vicedirettore
La Pallamano Opicina inizia la “Adriatic Handball Cup” con una vittoria (32 a 23 il finale), per di più nella gara d’esordio contro i cugini della Pallamano Trieste. Una vittoria che ha un sapore particolare perché ottenuta in rimonta, dopo una partenza tutt’altro che positiva. La Pallamano Opicina nei primi minuti non sfodera quella cattiveria agonistica che la contraddistingue nella metà campo difensiva. Trieste ringrazia e va ripetutamente a segno con la front-line Baldissera-Zybine-Dovgan L. Al 16’ coach Nait è costretto a chiamare d’urgenza time out. La scossa rianima la Pallamano Opicina che grazie alla buone regia di Sedmach e alla grinta (ritrovata) in difesa. Poi ci pensa Varesano con una serie positiva in attacco a rimettere definitivamente in partita l’Opicina. Prima sul 14-14, poi portando in vantaggio i suoi. Nella ripresa Trieste resta a contatto sino al 36’, poi Camarda tira giù la saracinesca e l’Opicina può imbastire la fuga. Che alla fine si rivelerà decisiva. Varesano continua a segnare con regolarità, ma l’apporto arriva da tutti gli effettivi. Il penalty di Rongione del 29-19, chiude la contesa con 10’ ancora da disputare. Una bella vittoria, che però dovrà essere lasciata al più presto alle spalle. Sabato infatti sarà di nuovo tempo di derby. Questa volta con la Pallamano Campoformido.

PALLAMANO OPICINA – PALLAMANO TRIESTE    32-23 (primo tempo 16-14)
PALLAMANO OPICINA: Camarda, Cozzi, Glavina, Milic 3, Muran 5, Perini 1, Querin, Rongione 1, Rudan 2, Sabadin, Sardoc 1, Sedmach 4, Varesano 15. All. Nait
PALLAMANO TRIESTE:  Ferigutti, Campagnolo A., Baldissera 5, Collareda, De Sanctis, Dovgan A., Dovgan L. 7, Fabris 2, Lupi, Suman 1, Vazzoler 4, Zybine 2, Sbaizero 2. All. Schina