Skip to main content

La Triestina si gioca tutto a Crema, statistiche e possibilità di farcela

17 Aprile 2023
di vicedirettore

Sabato ore 17.30 a Crema: la Triestina si gioca la stagione.

Vincere per continuare a sperare o (probabilmente) si retrocede in serie D. Ormai non c’è più tempo per rimediare ad eventuali errori, discorso che naturalmente non vale solo per gli alabardati nel girone A della serie C. Tante squadre infatti hanno il futuro in bilico in un campionato equilibrato come forse non mai. A parte la Feralpisalò che ha già festeggiato la promozione, quasi tutti gli altri si giocano qualcosa, chi un miglior piazzamento per i play-off, chi la salvezza e chi un miglior piazzamento nei play-out. Un’unica squadra non ha niente da chiedere, e non è una buona notizia per la Triestina perché questa è il Vicenza che avendo vinto la Coppa Italia entrerà nei play-off direttamente al primo turno nazionale. Infatti il Vicenza farà visita al Piacenza, ultimo della classe che segue l’Alabarda ad un punto, per cui potrebbe avere meno stimoli dei piacentini.

Cerchiamo dunque di capire quali scenari potrebbero aprirsi in occasione di quest’ultima giornata di campionato per quel che riguarda la Triestina.

Questa la classifica nella parte bassa: Mantova, Pro Vercelli 45; Trento 43; Sangiuliano 42; Albinoleffe 38; Triestina 36; Piacenza 35.

IL REGOLAMENTO: l’ultima scende in serie D. Poi play-out tra penultima e quint’ultima e tra terz’ultima e quart’ultima con sfide di andata e ritorno iniziando sul campo di chi è peggio classificata. Al termine di esse si salverà la squadra che nel doppio incontro farà punti o più reti. In caso di assoluta parità (ad esempio due pareggi) si salverà quella meglio piazzata in campionato. Il play-out non si disputa se tra le due squadre ci sono più di 8 punti di differenza.

VITTORIA TRIESTINA Si qualifica sicuramente al play-out se batte la Pergolettese (attualmente decima e quindi in lotta per restare nei play-off). In questo caso sarebbe terz’ultima se l’Albinoleffe dovesse perdere contro il Pordenone il quale sta puntando ancora al secondo posto. In caso invece di pareggio o vittoria dell’Albinoleffe ecco che l’Unione chiuderebbe penultima.

PAREGGIO TRIESTINA Le cose si complicherebbero in caso di pareggio a Crema. In questo caso dovrebbe guardarsi alle spalle per non essere superata dal Piacenza a cui sarebbe sufficiente battere il Vicenza per condannare l’Alabarda alla retrocessione. In caso di pareggio del Piacenza allora per confermare la partecipazione dell’Unione ai play-out entrerebbe in gioco il discorso relativo alla forbice di punti con la quint’ultima che potrebbero essere Sangiuliano (in casa contro la Pro Patria), Trento (in casa contro il Novara), Pro Vercelli (a Lecco) o Mantova (in casa contro il Padova). Se Mantova, Pro Vercelli e Trento vincono per la Triestina sarebbe finita.

SCONFITTA TRIESTINA Ancora più complicazioni se arrivasse una sconfitta. Per prima cosa dovrebbe perdere anche il Piacenza contro il Vicenza (negli scontri diretti infatti il Piacenza è in vantaggio con la Triestina) e poi anche qui bisognerebbe guardare la forbice dei punti con la quint’ultima. In questo caso se il Sangiuliano vince per l’Unione sarebbe finita. Se invece il Sangiuliano perde o pareggia sarebbe in gioco semprechè il Trento non vinca.

 

Come visto quindi per non rischiare la Triestina deve vincere a Crema. E qui la domanda sorge spontanea: l’Unione ce la può fare? Ogni partita fa storia a sé e dunque la risposta potrebbe essere si nonostante la grossa difficoltà a fare gol. Ma guardiamola invece dal punto di vista statistico.

La Pergolettese ha 51 punti con 14 vittorie, 9 pareggi e 14 sconfitte con 42 reti fatte e 40 incassate. La Triestina risponde con 36 punti con 8 vittorie, 12 pareggi e 17 sconfitte con 29 gol fatti (peggior attacco del girone) e 44 subìti. L’Alabarda ha vinto solo due volte fuori casa (Renate e Albinoleffe). All’andata al Rocco vinse la Triestina per 1-0 con un gol di Minesso al 38’ del primo tempo.

Un’occhiata anche a come le due squadre arrivano a questo appuntamento prendendo in esame le ultime 5 gare: per la Triestina quattro pari e un ko con 2 gol fatti e 3 incassati; per la Pergolettese tre vittorie, un pareggio e una sconfitta con 4 reti fatte e 2 subìte.

I numeri insomma per questa sfida danno i favori del pronostico alla Pergolettese ma provarci con convinzione è d’obbligo. Guai a sbagliare l’approccio.