Skip to main content

Ciclismo, oltre 500 partecipanti alla Granfondo d'Europa

20 Settembre 2010
di vicedirettore

Oltre 500 persone hanno preso parte oggi alla Granfondo d’Europa

– Trieste-Venezia, giunta alla sua decima edizione e da quattro anni, dopo l’agonismo, una delle cinque prove nazionali di Campionato Italiano Cicloturismo
L’evento, di carattere turistico - sportivo, ha visto gli iscritti impegnati nei tre percorsi: 160 chilometri da Venezia a Trieste, 130 chilometri da Caposile - Jesolo a Trieste ed infine quello meno impegnativo di 82 chilometri da Latisana a Trieste.
Gli amanti della due ruote sono arrivati da tutta Italia ma anche dall'estero.
Anche quest’anno in collaborazione con le Ferrovie dello Stato saranno predisposti due treni, uno alla mattina ed uno alla sera per raggiungere o rientrare a Venezia con bicicletta al seguito
La partenza è stata fissata a Venezia Tronchetto alle 8.30. La carovana ciclistica ha attraversato parte del Veneto e tutto il Friuli Venezia Giulia con transiti per le partenze intermedie a Caposile alle 10, a Latisana alle 12 ed arrivo a Trieste verso le 15.
Al ritorno il percorso è stato deviato, i partecipanti sono hanno attraversato la strada Costiera, resa pericolosa in alcuni punti dai danni causati dal maltempo della giornata di ieri, ma hanno proseguito per Prosecco, scendendo poi verso Barcola, sul piazzale 11 settembre.
Alle 16 spazio alla festa finale, con il pasta party riservato a ciclisti ed accompagnatori. Spazio anche alle premiazioni, con il gruppo più numeroso, che è stato il Favaro Veneto con 52 partecipanti.


Granfondo d’Europa e Associazione Italiana Ricerca sul Cancro

Con la prematura scomparsa di Fiorella Facchini, grande collaboratrice della Granfondo d’Europa e moglie del nostro presidente Paolo Giberna, da quest’anno parte delle quote di iscrizione alle manifestazioni della kermesse sarà devoluto con una donazione a sostegno dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.