Skip to main content

Virtus Cutazzo e Volley Club Trieste, presentate le due squadre rosa

14 Ottobre 2021
di vicedirettore

Due presentazioni rosa nel giro di 48 ore. La prima – piuttosto animata nel seguito -

è stata quella della Virtus Cutazzo Belletti di coach Marko Kalc, iscritta alla serie B2 femminile (per il terzo anno consecutivo) al rinnovato Bar Tergesteo. Così il dirigente, vice allenatore e factotum Fulvio Dapiran: “La squadra è molto rinnovata, siamo orgogliosi del lavoro di ricostruzione fatto in questi mesi e della coesione che c’è nello staff. Negli ultimi 30 anni non è stato facile a Trieste arrivare a tre presenze consecutive nella serie B, dobbiamo ringraziare molto i nostri sponsor per il loro contributo, dando fiducia al nostro progetto. Le difficoltà non sono mancate e ora vogliamo trovare continuità, dando uno sguardo particolare al settore giovanile. Dobbiamo lavorare ed avere empatia con le altre squadre e le istituzioni”.

Poi è stata la volta del Volley Club Trieste (serie C femminile – sodalizio giunto al 45mo anno di vita) togliersi i veli all’Antica Sartoria Di Napoli, che è il main sponsor per il quarto anno di fila. Il gruppo è affidato nuovamente al coach Andrea Stefini e al suo vice Elia Giorgi. C’è un nuovo preparatore atletico, ovvero Michele Ombrato.

Il consigliere del club Marco Rigutti ha avuto modo di affermare: “Parteciperemo a ben otto campionati tra seniore e giovanili, tornei che vedono coinvolti oltre 120 tesserati. Sul fronte maschile possiamo contare su un gruppo di giovani talenti e ragazzi molto promettenti che sicuramente riusciranno a maturare. Il Volley Club mette al primo posto la salute dei suoi tesserati. Per questa ragione non solo abbiamo potenziato lo staff medico e fisioterapico ma nella convinzione che lo sport è uno degli ingredienti di un sano stile di vita e aiuta a prevenire molte patologie, è stata rinnovata la collaborazione con la Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori. Parallelamente abbiamo aderito al Manifesto della comunicazione non ostile per lo sport redatto dall’associazione Parole O_Stili, con il patrocinio del Coni, sostenendo i valori nobili della correttezza, della lealtà e del rispetto dell’avversario. Non manca poi una particolare attenzione alla tutela dell’ambiente”.