Skip to main content

Pallamano Trieste giovani, successi per Under 14 e Under 16

14 Dicembre 2010
di vicedirettore
Altre due vittorie esterne per la Pallamano Trieste sul versante giovanile.

Gli under 16 di Claudio Schina vincono di misura (27-26) al cospetto della Pallamano Sanfiorese. Il trio Dovgan-Savron-Vazzoler fornisce nuovamente un apporto decisivo alla voce gol segnati.

Pallamano Trieste: Coloni, De Sancits 4, L. Dovgan 7, Ferigutti, Gassempour, Lupi 3, Pistrin, Savron 6, Senardi 1, Valli, Vazzoler 6.

Gli under 14 di coach Banovic, dal canto loro, sgambettano il Musile con il punteggio di 16-11. Inizialmente le due squadre sono molto concentrate in difesa e i triestini trovano a sfondare anche perche' le dimensioni del campo sono più piccole del normale. Questo fa sì che i veneti siano in vantaggio per tre volte, ma mai per più di un gol. La prima frazione di gioco viene caratterizzata da poche realizzazioni. A 10' dall'intervallo i locali sono avanti per 3-2 e il seguente time-out dà la scossa ai giuliani. Budin segna subito il 3-3, ma viene escluso per 2' nell'azione successiva. Una difesa serrata e un gol di Gardina dalla linea dei nove metri permettono ai biancorossi di mettere il naso avanti per la prima volta. Budin torna in campo e segna il 5-3, poi Sodomaco dall'ala,  nuovamente Budin e - a soli tre secondi dalla sirena - Sancin portano i vincitori sul 7-3. Nel secondo tempo i padroni di casa accorciano le distanze (5-7) sfruttando due sbagli avversari in attacco che valgono due contropiedi. Budin - ora terzino sinistro - e Gardina - impiegato al centro - firmano tre reti sempre dai 9 metri, ma il Musile non molla e si avvicina nuovamente (8-11). Tre ripartenze (2 di Sancin, 1 di Torelli) valgono l'allungo ospite fino a 14-9 e negli utimi 5 minuti Trieste gestisce la situazione con l'apporto della panchina. In luce in difesa il debutante Vinulovic.

Pallamano Trieste: Capuzzo, Marcolli, Sancin 3, Antonante, Sodomaco 1, Budin 7, Gardina 4, Papais, Sandrin,  Torelli 1, Vinulovic, Luca e Marco Doronzo.