Skip to main content

Triestina battuta a Vicenza, addio Coppa Italia

28 Novembre 2023
di vicedirettore

890 coraggiosi, di cui 54 i tifosi triestini e di cui circa 200 i vicentini sistemati nella curva di casa. Questi i numeri dei presenti a Vicenza-Triestina, uno degli ottavi di finale della Coppa Italia di serie C giocati nella giornata di martedì 28/01. Un ottavo tra l’altro tra due tifoserie rivali e che rappresenta un classico a livello di confronti diretti e anche tra lo stesso Vicenza e mister Tesser nel suo girovagare (questo era il 23mo duello tra berici e il tecnico di Montebelluna, che tra l’altro ha avuto alle sue dipendenze a Modena il difensore parigino De Maio del Vicenza, ex pure di Brescia, Genoa, Bologna, Frosinone, Fiorentina e Udinese). La truppa giuliana ha in rosa (dopo tanti anni) tre calibri pesanti in attacco come Lescano, Redan e Adorante (capocannoniere della coppa nei primi due turni con la tripletta rifilata al Renate), ma stavolta non sono bastati per sfondare anche per la buona serata del portiere di casa (ispirato dalla concorrenza concomitante della Champions League e….della championship inglese?). Nella prima metà del primo tempo meglio l’Unione, nella seconda metà i padroni di casa riequilibrano il match anche nel possesso-palla. Nel secondo round del match i vincitori fanno meglio, legittimano il successo, ma forse il punteggio è severo per una Alabarda che ha comunque dato indicazioni positive sia nel palleggio sia con i giocatori impiegati stavolta da mister Tesser (che ci teneva a passare, ma….sarà il Vicenza a vedersela nei quarti con il Rimini corsaro a Cesena con il punteggio di 0-2).

VICENZA    2

TRIESTINA 0

MARCATORI: p.t. 24’ Proia; s.t. 15’ Ferrari.

VICENZA: Massolo, Ierardi, De Maio, Lattanzio (21' st Valietti), Cavion, Jimenez, Proia (21' st Tronchin), Costa (32' st Greco), Pellegrini (36' st Rolfini), Ferrari. A disposizione Siviero, Confente, Ronaldo, Laezza, De Col, Talarico, Golemic, Fantoni, Della Morte. All.: Diana

TRIESTINA: Agostino; Ciofani, Moretti, Rizzo, Anzolin (32' st Germano), Gunduz (25' st Kacinari), Fofana (32' st Correia), Pierobon, D’Urso (15' st El Azrak), Redan (15' st Finotto), Adorante. (A disp. Diakite, Malomo, Vallocchia, Lescano, Minesso, Kozlowski, Celeghin). All.: Tesser

ARBITRO: Leonardo Mastrodomenico di Matera (assistenti Alessandro Parisi di Bari e Ayoub El Filali di Alessandria, quarto ufficiale Francesco Zago di Conegliano).

NOTE Spettatori 890 di cui 54 triestini. Serata fredda. Ammoniti Gunduz, Lattanzio, Tronchin. Corner; 5-3. Minuti di recupero: 0' e 5'.