Skip to main content

Grande successo per la prima edizione del Cauliflower Camp

25 Aprile 2019
di vicedirettore

Entusiamo alle stelle per la prima edizione del Cauliflower Camp.

Nella splendida cornice dello Skorpion Stage in Piancavallo si sono avvicendati in materassina oltre 50 atleti di brazilian jiu-jitsu, grappling e judo per due sessioni di allenamento da un’ora e mezza più lo sparring, in uno spirito di condivisione e crescita comune. Lo Skorpion Stage è ormai un’istituzione per quanto riguarda il judo e ogni anno, da ben 35 edizioni, nella settimana di Pasqua accoglie oltre 800 judoka, dalle nuove generazioni fino ai campioni già affermati, sia italiani che stranieri.

Quest’anno per la prima volta è stato dato spazio anche al Cauliflower Camp che ha destato la curiosità di tutti proponendo un’attività alternativa basata sulla condivisione di principi comuni tra judo, brazilian jiu jitsu e grappling. Chiamato a tenere gli allenamenti è stato la cintura nera di judo e bjj Luca Caracciolo, ex atleta delle Fiamme Oro, che, grazie al suo duplice background, ha rappresentato in pieno lo spirito Cauliflower condividendo aspetti tecnici, ma anche la sua esperienza agonistica in entrambe le discipline.

Sabato è stato proposto un lavoro con il kimono, seguito dalla ne-waza cup (gara a squadre di lotta a terra) e da un momento di sparring libero, mentre la domenica mattina è stata dedicata al grappling, cioè alla lotta senza kimono, componente importante nella preparazione di judoka e jujiteri.

Grazie alla location e all’eccellente organizzazione a cura dello Skorpion Pordenone non sono mancati neppure i momenti di svago e di relax che hanno contribuito a rendere ancora più coeso il gruppo di partecipanti. Lo staff di CauliflowerTeam si è detto molto soddisfatto di questa prima esperienza che ha riunito discipline e club diversi del centro e nord Italia e sta già lavorando per programmare i prossimi eventi.