Skip to main content

Dal Comune di Trieste 34 dispositivi per la sanificazione per PalaChiarbola, Rocco e Grezar

29 Gennaio 2021
di vicedirettore

Il Comune di Trieste ha consegnato 34 dispositivi per la sanificazione di 35 ambienti interni di PalaChiarbola, Rocco e Grezar, ovvero gli impianti gestiti direttamente dall’amministrazione municipale. Si tratta di un intervento del valore di 75 mila euro, realizzato grazie alla prima tranche del finanziamento governativo relativo al Covid 2020.

 

"Questi strumenti rispondono al problema delle sanificazioni nelle aree sportive comunale, quali Rocco, Grezar e palasport di Chiarbola - queste le parole dell’assessore ai servizi generali e alla valorizzazione immobiliare Lorenzo Giorgi - in vista della prossima riapertura in sicurezza delle attività sportive. Se dallo Stato, nel prossimo futuro, dovessero arrivare altri fondi - ha sottolineato Giorgi - provvederemo a dotare di impianti del genere anche le altre palestre facenti capo all’amministrazione comunale".

 

Il dispositivo per la sanificazione, denominato Active Pure, è prodotto dalla Life Cups e nasce nel 1995 nell’ambito di un progetto aerospaziale della NASA ed è in grado di "ripulire" ben 410 metri cubi d’aria l’ora.

 

"Il sanificatore è un dispositivo medico che permette di ripulire l’aria e le superfici presenti per 24 ore su 24 senza utilizzare ozono o altre sostanze chimiche dannose - ha spiegato la responsabile tecnica di Life Cups, Denise Calì - con un meccanismo di funzionamento molto semplice: l’aria entra dalla parte posteriore dell’apparecchio, viene fatta una purificazione della stessa e un’altra, successiva, di sterilizzazione non dannosa per l’uomo tramite la ionizzazione e l’ossidazione fotocatalitica. Senza alcun tipo di tossicità, quindi, grazie a questi dispositivi riusciamo ad avere sollievo sia dai sintomi di asma e allergia ma soprattutto riusciamo ad ottenere dei tempi di abbattimento del rischio di contagi da Covid-19 estremamente rapidi".