Skip to main content

Calicanto, la mostra sullo sport integrato

04 Maggio 2016
di vicedirettore

Giovedì 5 maggio alle 17.30, al Savoia Excelsior Palace sarà presentata la mostra che racchiude gli scatti di 15 anni di Calicanto, l’associazione prima in Italia ad aver promosso lo sport integrato, tra ragazzi abili e diversamente abili. L’esposizione sarà preceduta da una conferenza stampa, alla quale interverrà la presidente di Calicanto Elena Gianello insieme ai ragazzi del sodalizio, per ripercorrere insieme la storia dell’associazione.
Si parlerà delle discipline avviate con successo nel corso del tempo e dell’importanza della promozione di attività integrate tra bambini, ragazzi e adulti.  Conclusa la presentazione sarà subito inaugurata la mostra, che offrirà ai visitatori uno spaccato della vita della onlus, racchiusa in 15 pannelli, come i 15 anni festeggiati nel 2016. L’esposizione, che gode del Patrocinio del Comune di Trieste, sarà visitabile nell'orario del Centro Maratona Bavisela e vedrà presenti le fotografie di Mauro Nardella e Valentina Sasso. «Il 2016 non sarà un anno come gli altri per la Calicanto. Per comprendere pienamente l’importanza di questo momento per l’associazione, dobbiamo fare un salto indietro di alcuni anni e tornare al 21 dicembre 2001, quando un’ insegnante delle scuole superiori, la professoressa Elena Gianello, raccogliendo l’invito di due suoi alunni che avevano sperimentato a scuola la novità dello sport integrato proposta dalla “prof”, fondò ufficialmente l’ A.S.D. Calicanto ONLUS. Da un’idea – spiegano i ragazzi - era nata un’associazione che, nel corso degli anni, è riuscita a espandere le proprie attività e accogliere ed educare sempre più ragazzi. Giovani abili e diversamente abili hanno navigato in barche a vela insieme, hanno nuotato insieme, hanno passato una settimana a sciare sulla neve d’inverno e a camminare d’estate, si sono divertiti al “Summer Camp”, hanno suonato insieme, hanno ascoltato concerti insieme, hanno lavorato insieme e hanno cominciato a scrivere su un blog: sempre insieme. Per questo la Calicanto propone una mostra fotografica aperta a tutti, per festeggiare in primis la propria adolescenza, il traguardo dei quindici anni, per vedere da dove si è partiti, dove si è giunti, dove si vuole e si può arrivare, ma anche per rivedere tante persone che hanno camminato insieme a questa associazione».
Ma i ragazzi di Calicanto quest’anno saranno presenti anche all’interno dell’ufficio stampa di Bavisela, grazie al progetto della redazione integrata, che vedrà giovani abili e disabili insieme collaborare tra testi e foto durante l’evento.