Skip to main content

Cavalli a Palmanova, seconda edizione dell'Alpe Adria Eventing Trophy

01 Maggio 2012
di vicedirettore
Nonostante il meteo non proprio clemente, cavalli e cavalieri regionali, in quest’ultimo week-end, non si sono fermati, anzi. A Palmanova hanno dato vita ad una interessante seconda edizione del concorso nazionale di completo valido anche come prima tappa dell’Alpe Adria Eventing Trophy, tenutosi presso le strutture del campo ostacoli “E. Lajolo” e “Cinta Bastionata” di Palmanova, in provincia di Udine.
L’evento, di natura prettamente sportiva anche se contornato da una folta rappresentanza istituzionale e militare, ha raccolto come ogni anno molti consensi. Alla kermesse hanno preso parte cavalieri sia italiani che austriaci, a conferma dell’internazionalità ormai raggiunta dalla manifestazione friulana.
Nella prima giornata di sabato è andata in scena la prova di dressage al mattino e nel pomeriggio quella di cross country con una settantina di binomi al via. Domenica invece si è tenuta la prova finale di salto ostacoli, che ha visto come meritata vincitrice nella “categoria 1” l’amazzone austriaca Marianne Angerer in sella a Gara Z. Successo locale, invece, nella “categoria 2”, in cui la brava amazzone friulana Giò Botta, in sella a Simtango, ha sbaragliato la concorrenza. Infine nella “categoria 3” nuova vittoria di un’atleta d’oltralpe, con il bel primo posto di Kristina Wrodnigg su First Lady.
In generale comunque, in tutte e tre le categorie che si distinguono fra loro per il differente grado di difficoltà, i cavalieri italiani si sono comportati egregiamente nelle prove di dressage, cross country e salto ostacoli; soltanto nella “categoria 3” i troppi errori agli ostacoli hanno penalizzato chi era in testa alla classifica dopo le prime due prove. Il riferimento, in particolare, è ai cavalieri di casa, Claudio Berra in sella al suo fido Rascal 75 e Jasmin Franza con Porto della Croix, che sono scesi al terzo e quarto posto della classifica finale dopo un’ottima prima parte di gara.
Le due giornate di Palmanova sono state coordinate dal maresciallo Massimo Irmici con l’apporto dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria – Commissione Locale Nord Est, e la supervisione del delegato tecnico federale Francesco Finocchiaro. All’evento ha contribuito, per la parte logistica, anche la Rete Ferroviaria Italiana, direzione territoriale produzione di Trieste. Grazie al lavoro del presidente dell’ANAC, il generale Gesildo Tarquini, le premiazioni sono state presenziate da personalità illustri quali l’onorevole europarlamentare Debora Serracchiani, il sindaco di Palmanova Francesco Martinez, il generale Maurizio Boni, comandante della Brigata Pozzuolo del Friuli, il colonnello Gualtiero Iacono, comandante del reggimento Genova Cavalleria, e la contessa Alessandra d’Attimis.
Prossima tappa dell’Alpe Adria Eventing Trophy in Austria dal 11 al 13 maggio a Maria Rain; la terza prova sarà invece nuovamente in Italia a Campo di Bonis (Taipana) il 7 ed 8 luglio, mentre per il completo regionale appuntamento a Maniago il 19/20 maggio presso le scuderie Palazzo d’Attimis.