Skip to main content

Triveneto Meeting Internazionale, al Grezar anche Tortu e Timberi

29 Aprile 2022
di vicedirettore

Filippo Tortu e Gianmarco Tamberi, ori olimpici a Tokyo 2020, saranno le due stelle azzurre di prima grandezza che parteciperanno al “15/o Triveneto Meeting Internazionale-Memorial Jack Benvenuti” in programma sabato 28 maggio allo stadio comunale Pino Grezar di Trieste.

 

L’annuncio ufficiale è stato dato oggi (venerdì 29 aprile) nel corso di una conferenza stampa, svoltasi al Civico Museo d’Arte Orientale, dov’è intervenuto l’assessore comunale allo Sport, il vicepresidente della Fidal provinciale Arturo D’Ascanio con i rappresentanti della Polisportiva Triveneto che organizza l’importante Meeting internazionale, con il presidente Alessandro Coppola (collegato da remoto) e il vice Andrea Moselli. Per la prima volta il rinnovato stadio Grezar di Trieste ospiterà due campioni olimpici in carica: Filippo Tortu, oro nella 4x100 e Gianmarco Tamberi, oro nel salto in alto, ma anche altri atleti di livello, che animeranno l’attesa quindicesima edizione del “Triveneto Meeting Internazionale-Memorial Jack Benvenuti”, che mai come quest’anno si presenta di alto e indiscusso livello, un’ulteriore occasione per promuovere e valorizzare ancora Trieste a livello turistico e sportivo. A seguire l’elenco di alcuni dei principali partecipanti al Meeting.

 

Filippo Tortu (nato il 15 giugno 1998) velocista, campione olimpico della staffetta 4x100 ai Giochi di Tokyo 2020.È stato il primo italiano capace di scendere sotto i 10 secondi sui 100 metri piani, avendo corso in 9"99 al meeting di Madrid del 2018 (stabilendo nell'occasione il record italiano della specialità, poi battuto da Marcell Jacobs). Detiene inoltre il record italiano della staffetta 4×100 m (insieme a Lorenzo Patta, Fausto Desalu e Marcell Jacobs) grazie ai 37"50 stabiliti ai Giochi olimpici di Tokyo. Con il tempo di 20"11 è inoltre il secondo italiano più veloce di sempre nei 200 metri piani, alle spalle di Pietro Mennea.

 

Gianmarco Tamberi (nato il primo giugno 1992) è un saltatore in alto, campione olimpico a Tokyo 2020, nonché campione mondiale indoor a Portland 2016 e campione europeo ad Amsterdam 2016. È detentore del primato nazionale sia outdoor sia indoor. In carriera vanta anche una medaglia di bronzo agli Europei juniores di Tallin 2011 e cinque titoli italiani assoluti tra outdoor e indoor.

 

Bruint Jies Henrico ( South Africa) primati personali: mt. 100 – 9”97 (9”89 ventoso), bronzo ai campionati africani sui 100 mt. Al meeting di Trieste nel 2019 ha corso i 100mt 10”28.

 

Emmanuel Eseme (nato il 17 agosto 1993) velocista camerunense. Nel 2019 ha gareggiato nei 200 metri maschili ai campionati mondiali di atletica mondiale del 2019 tenutosi a Doha, in Qatar.Nello stesso anno, ha anche gareggiato nella staffetta 4 × 100 metri maschili ai Giochi africani del 2019. Ha rappresentato il Camerun alle Olimpiadi estive del 2020 a Tokyo, in Giappone, nei 200 metri.

 

José Reynaldo Bencosme de Leon (nato il 1992) è un ostacolista italiano di origine dominicana, specializzato nei 400 metri ostacoli.In carriera è stato due volte medaglia di bronzo in manifestazioni internazionali giovanili e quattro volte campione italiano assoluto (2011, 2012, 2016 e 2018).

 

Mohad Abdikadar Sheik Ali originario della Somalia, è cittadino italiano dal maggio 2011, quando ha esordito in maglia azzurra. Agli Europei juniores di Tallinn nel 2015 ha conquistato l’argento europeo under 23. Al Golden Gala di Roma nel 2018, con 3:36.54 sui 1500 metri, ha realizzato un tempo che per un italiano mancava da dieci anni.

 

Federico Riva, mezzofondista classe 2000, a livello nazionale ha conquistato due titoli italiani under 18, uno under 20 e quattro under 23. Nel 2022, ai campionati italiani indoor di Ancona, ha conquistato la medaglia d'argento nei 1500 metri piani e il titolo di campione italiano nei 3000 metri piani.

 

Silvano Chesani (nato nel 1988) atleta del salto in alto, vincitore della medaglia d'argento sia ai Giochi del Mediterraneo di Mersin nel 2013 che agli Europei indoor di Praga nel 2015 e di quattro titoli assoluti (1 outdoor e 3 indoor).

 

Edgar Rivera, anche lui altista, classe 1991, messicano con la cui nazionale ha preso parte a numerose edizioni dei mondiali di atletica nel salto in alto, sfiorando il podio nel 2017 a Londra. Nel 2016 ha preso parte ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro e l’anno scorso a quelli di Tokyo.

 

Fra le donne Polinari Anna, primato personale mt. 400, 52”66, riserva in staffetta 4x400 Giochi Olimpici di Tokio 2021. E sono confermate finora le partecipazioni delle corregionali Aurora Berton (classe 2000) che agli Europei under 23 del 2021 ha corso nella staffetta 4x100 stabilendo la migliore prestazione italiana di categoria (43.65) e la mezzofondista triestina Joyce Mattagliano, recente vincitrice della Mujalonga sul Mar.