Skip to main content

Presentata l'ottava edizione della Corsa della Bora, sette i tracciati

15 Dicembre 2022
di vicedirettore

L’ottava edizione della Corsa della Bora è stata presentata nella sala delle spade del Civico Museo d’arte orientale di Trieste. Saranno presenti atleti di 42 nazioni (battuto il record pre-pandemico) e ci saranno sette tracciati in modo da coinvolgere anche chi “viaggia più tranquillamente”. Ci sono stati gli interventi istituzionali dell’assessore regionale Pierpaolo Roberti, del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e del suo fido Giorgio Rossi, dei sindaci di Duino Aurisina e Monrupino/Repe Tabor (rispettivamente Igor Gabrovec e Tanja Kosmina) nonché dell’assessore di Sgonico Maritna Budin (tutti con un comune denominatore, ovvero l’importanza di portare presenze anche in periodi con meno turisti, così da farli tornare per vedere quello che non si può ammirare in soli tre giorni), di Giorgio Mior dell’AICS (associazione italiana cultura e sport) e del segretario Omar Fanciullo  di Trieste Atletica, attiva nel supporto agli organizzatori. A parlare è stato anche Tommaso De Mottoni, presidente dell’ASD Sentiero uno (responsabile dell’evento) e direttore della corsa. Così quest’ultimo: “La maggior parte di presenze è di fuori Trieste, che era l’obiettivo pre-covid e ora abbiamo quello di far conoscere le nostre bellezze tra i triestini. Abbiamo rafforzato gli sforzi rivolti ai tracciati non competitivi, stoppati dai due anni di covid. Non ci sono solo i 160 chilometri su e giù per i monti di giorno e di notte, rivolti ai più “pazzi”, ma pure i percorsi di sette, nove e venti chilometri”.