Skip to main content
Celine Smrekar in una foto d'archivio. Immagine tratta da Facebook

Cus Trieste, Smrekar non riesce a superarsi: eguagliato il record personale nel salto in alto

10 Febbraio 2021
di vicedirettore

Weekend ricco di impegni e soddisfazioni, per la sezione atletica del Cus Trieste:

Padova, Mariano del Friuli, Udine ed Ancona le tappe che hanno visto coinvolte gli atleti e le atlete gialloblù nelle varie competizioni.

Partiamo dai Campionati Italiani Juniores e Promesse di Ancona, dove Celine Smrekar ha eguagliato il suo record personale nel salto in alto. Per l’atleta universitaria, 1.76 raggiunto ed un sesto posto assoluto: un risultato che rappresenta un ottimo auspicio per la stagione estiva, mentre nel getto del peso Letizia Pepe ha concluso al settimo posto con 11.82.

A Mariano del Friuli, nell’ambito della seconda prova di Corsa Campestre, il “Settimo Memorial Lauro Miani - Primo Memorial Mario Geat” organizzato dall’ASD Atletica Gorizia, per le Allieve è scesa in pista Henry Luna, che ha chiuso al terzo posto correndo i 4 chilometri in 13’16’’. Nelle Juniores, quarto posto per Denise Defranceschi (19’51’’), sesto per Alice Plaisant (21’08’’= e settimo per Isabella Gilli (21’55’’).

A Padova, invece, nella categoria 60 Ostacoli Allieve, Giulia Fanzella ha chiuso al secondo posto correndo in 9.17: la stessa Fanzella, il giorno dopo, ha corso in 9.07 la batteria e 9.01 la finale, stabilendo il proprio primato personale in quel di Udine: un vero e proprio “tour de force” per l’atleta cussina, che però si è difesa bene a livello di risultati. La Camossi, invece, velocista di talento approdata quest’anno in gialloblù, ha corso in 7.75 la batteria e 7.72 la finale dei 60 piani, buoni segnali in vista dei Campionati Italiani Allieve della prossima settimana.

“Potremo ambire a buoni risultati a mio avviso - così il DT Davide Marion -: nell’ottica dei Campionati Italiani Allieve indoor, posso dire che abbiamo aspettative su Camossi, che peraltro farà anche parte di una staffetta insieme a Corazza, Girardi e Fanzella”.